C’è una gioia nei boschi inesplorati,
C’è un’estasi sulla spiaggia solitaria,
C’è vita dove nessuno arriva vicino al mare profondo,
e c’è musica nel suo boato.
Io non amo l’uomo di meno, ma la Natura di più.

Lord Byron, Pellegrinaggio del giovane Aroldo, IV, CLXXVIII, 1812-1818